Il Galateo del Matrimonio: 10 regole per indossare l’outfit giusto

Il Galateo del Matrimonio: 10 regole per indossare l’outfit giusto

*Suggerimenti: leggi l’articolo, dopo aver cliccato il seguente link. Sarà una piacevole compagnia durante la lettura:

Sono stati sospesi per un po’ di tempo, ma finalmente sono tornati. I romantici, discussi ed emozionanti MATRIMONI! Con loro anche la famosa domanda “Cosa mi metto?”

Qui di seguito potrete trovare una serie di indicazioni che vi daranno la sicurezza di indossare l’outfit giusto. Ce n’è per tutti ovviamente, uomini e bimbi compresi.

Alcune dritte potrete trovarle già nell’articolo Il bon ton della moda e del buon gusto

Per tutte le altre, leggete quanto segue:

  • Prima regola valida per tutti: studiare bene l’invito. Anche la location, infatti, può svelare indicazioni preziose per scelta dell’outfit. Allo stesso modo, anche l’orario della cerimonia e il tipo di rito;

  • Secondo il galateo: la cerimonia formale diurna richiede il vestito lungo o l’abito da sera, la cerimonia semiformale diurna la gonna o l’abito da cocktail medio lungo, la cerimonia informale diurna il vestito semplice medio lungo, la cerimonia formale serale l’abito da sera lungo, la cerimonia semiformale serale e quella informale invece l’abito da cocktail;

  • Il cappello è indicato per le cerimonie di tipo formale: ricordate però che potrete indossarlo SOLO se indossato anche dalla madre della sposa;

  • Per la scelta delle scarpe, le più eleganti sono senz’altro quelle chiuse, così come i modelli chanel e spuntate, indossate con una calza per le cerimonie più formali, mentre i sandali gioiello sono da riservare per la sera;

  • Per gli uomini il discorso è più semplice: un completo classico grigio o blu scuro è la scelta vincente purché in fresco di lana e mai lucido o dall’effetto cangiante, da abbinare ad una camicia bianca o azzurra. Il tight è solitamente prerogativa dei parenti più stretti, e si può quindi portare solo se richiesto dagli sposi;

  • Quanto agli accessori maschili, la cravatta è in seta nei toni del grigio, azzurro o pastello, semaforo rosso invece per il papillon. Via libera ai gemelli per gli amanti dello stile più raffinato. Scarpe e cintura devono essere coordinate e si preferiscono nere, anche se si è vestiti di blu, in capretto liscio, ma non in vernice o scamosciato;

  • L’orologio è l’unico gioiello maschile ammesso. Vietato però l’orologio da polso agli uomini se indossano il Frac mentre, con lo smoking, è preferibile indossarlo sotto il polsino della camicia. Cassa dorata, abbinato alla fibbia dei pantaloni e ai gemelli. Anche per le donne dovrebbe valere la stessa regola: mai con un vestito elegante a meno che non si tratti di orologio gioiello;

galateo matrimonio
  • Per le mamme degli sposi la scelta migliore è rappresentata da abiti o tailleur preferibilmente con la manica lunga, o quella francese, nelle varianti del blu: carta da zucchero, azzurro chiaro, celeste, a seconda della stagione e unire accessori in tono. In alternativa le tinte pastello vanno benissimo. Devono essere sempre uno scalino più eleganti delle altre invitate;

  • Grande importanza è da dare anche all’abbigliamento dei papà degli sposi, soprattutto il papà della sposa, che la accompagnerà fino all’altare. Saranno impeccabili indossando un abito scuro di taglio sartoriale, o il tight, a seconda delle circostanze con camicia rigorosamente bianca, gemelli ai polsini e cravatta in tono. Una camelia, una gardenia o un garofano, simbolo di fedeltà, all’occhiello completeranno l’immagine perfetta di questo invitato così importante;

  • Per i testimoni è consigliabile un look classico, colori adeguati, evitando nel modo più assoluto ogni tipo di eccesso, soprattutto vista la loro posizione in prima linea in Chiesa e nelle Cerimonie Civili;

Ovviamente si tratta di consigli e non di verità insindacabili: ognuna di noi ha il proprio stile ed ogni matrimonio è diverso.

Per non sbagliare sarebbe sufficiente fare appello al buon gusto e soprattutto ad un unico principio: quello di rispecchiare semplicemente la propria personalità.

È quindi necessario seguire la vostra natura ma anche poche e semplici regole e… che il buon gusto sia con voi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.