La calza ed il suo tocco senza tempo

La calza ed il suo tocco senza tempo

Scopriamo insieme come questo capo d’abbigliamento nato da un’esigenza diventa accessorio di tendenza e un must del bon ton!

Ebbene sì: se inizialmente sua maestà la calza aveva lo scopo di tenere al caldo i piedi nelle stagioni più fredde, nel corso degli anni si trasforma.

Diventa, in altre parole, un vero e proprio capo d’abbigliamento glamour indispensabile per un outfit ad hoc.

Ma… come e quando nasce?

La calza affonda le sue radici nel 700 a.C. in Mesopotamia dove gli uomini del tempo iniziano ad indossare lunghi gambali di tela con una suola di cuoio.

Nel Medioevo si evolve e da indumento maschile underwear diventa il simbolo distintivo della nobiltà:

iniziano infatti ad indossarla come accessorio ben visibile grazie ai colori accesi, prima di passare al bianco.

Al contrario, per le donne, la calza rappresentava un indumento quasi intimo e quindi da non mostrare in pubblico.

Con l’emancipazione femminile nel Novecento avviene una vera e propria RIVOLUZIONE: 

gonne corte e calze di nylon in vista sulle gambe delle attiviste femministe pronte ad affermare i loro diritti.

Ad oggi c’è l’imbarazzo della scelta tra stile, forma, colori e dimensioni:

dai collant alle parigine, dalle calze lunghe fino al polpaccio e impreziosite da perline e fiocchetti, a quelle basic corte fino alla caviglia.

Ancor più gettonate se realizzate con la lavorazione a maglia in lana, seta o cotone, ottenendo così quell’effetto crochet inimitabile.

Ma una domanda è ricorrente e riguarda proprio tutte le donne… 

Quando e come va indossata?

Se in Inverno la risposta è univocamente, in Primavera ed Estate si hanno opinioni discordanti ed è qui che entra in gioco il bon ton.

Secondo il galateo, infatti, le calze si indossano sempre, a meno che non ci si trovi al mare!

Scegli un collant o una calza autoreggente velata, da 20 o addirittura 8 denari, che nasconde anche le imperfezioni e che garantisce sempre una scelta di classe.

Naturalmente, se si hanno le gambe abbronzate, si può benissimo anche farne a meno, ma solo per occasioni informali:

ad un ricevimento o ad un matrimonio è certamente più raffinato indossarle.

E gli uomini invece?

Uno stile ben preciso conferma ancora una volta l’importanza di questo accessorio nel dress code maschile: i pantaloni si accorciano e danno ulteriore risalto alla calza.

Che lo stile sia da gentleman, amante dello sport o semplicemente informale, la scelta diventa indispensabile!

Calze e calzini delle più svariate fantasie cromatiche sono ormai una vera e propria chiave di lettura che esprime a pieno la sua personalità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.