La giacca Chanel : storia di un’icona senza tempo

La giacca Chanel : storia di un’icona senza tempo

*Suggerimenti: leggi l’articolo, dopo aver cliccato il seguente link. Sarà una piacevole compagnia durante la lettura:

Chiudete gli occhi e pensate a Parigi. Adesso che siete nella Ville Lumière, visualizzate ciò che di più francese vi viene in mente di quella splendida città. Il pensiero non può che arrivare spontaneamente a Coco Chanel e a quella giacca che è molto di più di un capo di abbigliamento.

Nessun capo è riconoscibile così rapidamente come “La giacca Chanel”. Questo perché è un’impronta, uno stile di vita, una firma, ma anche un atto di libertà e di amore verso l’universo femminile.

Mademoiselle Coco diceva:

“L’eleganza dell’abbigliamento arriva con la libertà di muoversi”

Negli anni ’50 infatti, Gabrielle Chanel vedeva l’abbigliamento femminile e non solo, troppo vincolato, stretto e condizionato. Ha così dato vita ad un cambiamento, rivoluzionando un classico capo maschile. Lo ha reso femminile e lo ha adattato rendendolo funzionale, pratico e comodo, ma di un’eleganza casual. Un ossimoro che solo Lei poteva realizzare e concretizzare.  

È in un momento sociale in cui le donne vogliono farsi valere e non solo essere etichettate come “il sesso debole”, che nasce Lei: dal taglio sartoriale dritto, strutturato, fissato bordo a bordo. Il dorso separato semplicemente da una cucitura al centro e la manica posizionata in alto sulla spalla per ottimizzare il comfort.

Dietro la sua creazione c’è la storia di un’intuizione, un segno di stile, un modo per comunicare che, per risaltare la propria femminilità, non serve necessariamente un capo aderente, ma un’eleganza disinvolta.

Tasche reali e non finte. Bottoni dorati con le teste di leone, i suoi portafortuna. E poi la catena, la camelia e le due C. Simboli metallici che ancora oggi portano dritto a lei.

Una giacca senza tempo, che non passa mai di moda. Un capo immancabile nel proprio armadio, perché semplice, pratico, un passepartout, ma soprattutto perché è trasformista e consente di creare moltissimi outfit interessanti.

Su un abito a tubino, un paio di pantaloni in tessuto o, ancora, su una gonna pencil: ça va sans dire.

Ma ben vengano anche i contrasti: su jeans skinny, pantaloni slim in pelle o tessuto. Mai come in questo caso, gli opposti si attraggono. Già, perché pur essendo una giacca classica e anche un po’ austera, basta accostarla a capi smart e casual per trasformarla.

Un capo in continua evoluzione da poter impreziosire con perle, ma anche catene, spille e braccialetti. O perché no, un bel cappello in perfetto “stile Coco”, che avrebbe sicuramente apprezzato!

Possibile da riproporre anche all’uncinetto. Scegliete un filato adatto alla stagione in cui vorrete indossarlo, del colore o delle sfumature che più vi piacciono, con la libertà di poter osare con pizzichi di lurex o rimanere sulla semplicità assoluta. Possiamo vederlo in entrambi i casi (invernale e semplice / estivo e sfumato) nei seguenti tutorial:

https://www.youtube.com/watch?v=re3fP4NGuaw

https://www.youtube.com/watch?v=fyKe3Mke31I&t=517s

Un’evoluzione costante, una rivoluzione del guardaroba femminile, una semplice idea che ha cambiato il modo di pensare di un’intera epoca. La giacca Chanel, fa parte di uno stile elegante, libero e destinato a durare per sempre. D’altronde, come colei che l’ha inventata sosteneva:

“La moda passa, lo stile resta!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *